gotta e sordità

Gotta e ipoacusia: una ricerca mette in evidenza un possibile legameleggi in 1 min

Le persone anziane interessate da gotta sono maggiormente esposte al rischio di sviluppare problemi di ipoacusia: è questo ciò che è emerso in uno studio pubblicato su BMJ Open, un “allarme” che dovrebbe fungere da stimolo nell’intensificare gli studi scientifici riguardanti tale correlazione.

La gotta comporta il manifestarsi di iperuricemia e di cristalli di acido urico in associazione all’infiammazione e allo stress ossidativo che contraddistingue la patogenesi dell’ipoacusia.

Lo studio ha considerato come campione il 5% di tutti i richiedenti rimborso per prestazioni sanitarie negli Stati Uniti, la nazione in cui la ricerca è stata condotta, di età superiore ai 65 anni e nel lasso di tempo compreso tra il 2006 e il 2012.

Nello specifico, si sono analizzate le cartelle cliniche di oltre 1,7 milioni di pazienti dall’età media di 75,3 anni; il 42,2% del campione è risultato costituito da uomini, mentre l’86,1% del medesimo ha riguardato l’etnia caucasica.

Specifiche analisi statistiche hanno messo in evidenza il fatto che i pazienti interessati da gotta hanno una possibilità più elevata, rispetto alla media, di sviluppare delle condizioni di ipoacusia.

Un grande punto di forza di questa ricerca è rappresentato senza alcun dubbio dall’ampiezza del campione, la quale lascia ben poco spazio a dubbi, quanto ai limiti invece gli stessi ricercatori riconoscono alcune pecche quali la limitata generalizzabilità dei dati.

Gli studiosi che hanno condotto la ricerca hanno evidenziato il fatto che questo è il primo studio in cui vengono messe in relazione l’ipoacusia e la gotta, proprio per questa ragione quanto emerso è assolutamente meritevole di approfondimento.