Migliorare l’udito: quali attività possono rivelarsi utili?

gennaio 10, 2018
Attività per migliore l

Si può davvero migliorare l’udito? Per preservare questo senso così prezioso è anzitutto fondamentale tenere dei comportamenti virtuosi, quindi evitare di esporsi a rumori forti e prolungati, limitare l’uso di cuffie e via discorrendo, tuttavia vi sono anche delle attività specifiche che sanno rivelarsi assai preziose da questo punto di vista. Scopriamo subito quali sono.

I cultori dello yoga sono fermamente convinti che questa suggestiva disciplina, oltre ad essere ottima per favorire l’equilibrio fisico e la distensione mentale, preveda degli esercizi molto interessanti anche per il benessere uditivo, come ad esempio il cosiddetto “respiro dell’ape”.

Può essere molto positivo praticare la meditazione, possibilmente in un parco o in una zona altrettanto rilassante: in posti simili infatti il corpo ha modo di ossigenarsi, e oltre a questo si possono udire suoni di vario tipo.

Può essere un buon “allenamento”, ad esempio, quello di sforzarsi di cercare di capire da dove provengano i suoni che vengono uditi all’interno di un parco o in un contesto analogo.

Per assicurare degli effetti benefici all’udito è importante allenare anche la mente: da questo punto di vista non può che essere positivo dedicarsi alle parole crociate o ad altri giochi enigmistici che richiedono uno sforzo cognitivo.

Non è una novità il fatto che praticare sport e alimentarsi in modo corretto siano delle ottime abitudini, e le medesime sanno avere dei risvolti positivi anche per quel che riguarda il benessere uditivo.

Come si accennava in precedenza, inoltre, l’ascolto della musica deve essere effettuato sempre con oculatezza, dunque non si dovrebbe mai tenere il volume oltre il 60% del massimo che può garantire il dispositivo, inoltre l’ascolto dovrebbe essere limitato a non più di un’ora al giorno.

Può essere un’ottima soluzione quella di utilizzare delle cuffie con cancellazione del rumore esterno, le quali, riducendo al minimo i rumori esterni, consentono di poter godere a pieno delle tracce musicali anche ad un volume più basso.

Per ragioni di sicurezza, ovviamente, cuffie come queste non dovrebbero mai essere utilizzate in strada.

Non può che essere consigliabile, inoltre, il sottoporsi regolarmente a delle visite di controllo, soprattutto in età non più giovanissima.

Mentre l’attenzione per quel che riguarda il controllo della vista è sempre molto elevata non si può dire lo stesso per quel che riguarda l’udito, eppure questa tendenza non trova davvero alcun fondamento.

Il fatto che il benessere uditivo, purtroppo, sia spesso trascurato, è confermato anche dal fatto che gli occhiali e tutti gli altri sistemi dedicati alla correzione dei difetti visivi sono estremamente diffusi, al contrario le correzioni dei difetti uditivi sono ben più rare, sebbene le percentuali di popolazione che ne necessiterebbero sono molto elevate.

Posted in Blog